Logo Regione Autonoma della Sardegna
SCUOLA E UNIVERSITA' DELLA SARDEGNA IN RETE
  • Materne
    • Corsi Online

Corsi Online

Corsi Online
La rete ha messo a disposizione di tutti varie opportunità per accrescere e condividere conoscenze e informazioni. La possibilità di accedere facilmente e velocemente a dati e nozioni fa apparire sempre più superato il modello del processo di insegnamento-apprendimento come semplice percorso di trasferimento-acquisizione di conoscenze. La conoscenza appare al contrario come un processo di costruzione collettivo, sociale, mai statica, dinamica e sempre incompleta. L’uso della rete promuove la partecipazione attiva al processo di apprendimento e la capacità di uso dei risultati acquisiti, sotto forma di attitudine ad affrontare e risolvere problemi reali.

Partecipazione e capacità di uso e di applicazione
Queste sono le parole chiave per definire un itinerario formativo efficace
L’uso delle nuove tecnologie può facilitare il raggiungimento di questi due obiettivi se i materiali didattici che vengono proposti e trasmessi grazie ad esse sotto forma di contenuti digitali sono progettati e realizzati sulla base di una rigorosa valutazione del modello cognitivo dei destinatari. Si tratta di acquisire un “ritratto” preventivo delle diverse categorie di utenti di questi materiali e una comprensione preliminare di come essi agiscano, percepiscano e memorizzino durante il processo di apprendimento mediato dal computer e dalla rete, in modo da garantire un sostegno veramente positivo e motivante a questo processo.
A tal fine non basta sostituire, come viene usualmente proposto, il consueto paradigma “Imparare le TIC (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione)” con il nuovo “Le TIC per imparare”. Questo passaggio è certo una precondizione necessaria, ma non è sufficiente se non è accompagnata e sorretta, come Conoscere si propone di fare, da una coerente applicazione dei principi della Progettazione Centrata sull'Utente. Infatti uno degli aspetti critici che viene più frequentemente sottolineato a proposito dell’applicazione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione ai processi d’insegnamento e di apprendimento è il fatto che, il più delle volte, esse si rivolgono a destinatari generici e indifferenziati. Di conseguenza i contenuti offerti raramente rispondono alle concrete esigenze degli studenti che vogliono approfondire particolari argomenti relativi ai loro specifici percorsi di formazione o porre riparo a lacune che sono state riscontrate nella loro preparazione o ancora saggiare, attraverso esercizi di autovalutazione, l’effettivo possesso delle competenze richieste o la reale capacità di applicare le conoscenze acquisite alla soluzione dei problemi da affrontare.

Cosa intende sviluppare il progetto?

I punti chiave
Il progetto intende sviluppare le competenze di base degli studenti - che le verifiche, sia nazionali, sia internazionali, evidenziano come deficitarie - mettendo a loro disposizione interi corsi online. I corsi, differenziati secondo l’ordine e il grado della scuola di appartenenza (elementare, media, superiore e, nell’ambito di quest’ultima, licei, istituiti tecnici, istituti professionali ), sono calibrati in base ai loro fabbisogni formativi ed al livello di approfondimento o di complessità dei contenuti da trattare e corredati da esercizi di autovalutazione.
Ogni singolo studente potrà così fruire dei contenuti digitali presenti nell’archivio corrispondente al grado di scuola da lui frequentato secondo le proprie esigenze di approfondimento, accedendo ai servizi a valore aggiunto disponibili on-line (corsi di e-learning, tutors, forum ecc.).
Nell’offerta di questi corsi e servizi si è tenuto conto, in modo particolare, della preparazione alle lingue straniere e delle competenze nelle discipline di base come l’italiano, la matematica, la fisica, le scienze. Grande attenzione è stata data anche a tematiche trasversali rispetto alle usuali materie scolastiche, come la padronanza dei diversi linguaggi (codici di vario genere, lingua naturale, linguaggi formali e calcolo, "grammatica del vedere"). Si è dato spazio alla "teoria del ragionamento", vero e proprio crocevia di discipline in parte di antichissima tradizione, in parte originate da stimoli provenienti dalla società odierna (la logica, la teoria dell'argomentazione, la riflessione sulle strategie comunicative e persuasive nella politica, nella pubblicità e nel marketing). Infine, in modo specifico per gli studenti delle ultime classi delle scuole superiori, si è dedicata un’area specifica per la preparazione ai test di ammissione all’Università e alle frequenza del corso di laurea prescelto.